significato spirituale

Demonologia

Scopri i significati spirituali nascosti

Lo studio della Demonologia si occupa di credenze su demoni o demoni.

È un ramo soprannaturale della teologia in cui l’enfasi è sullo studio degli esseri che non sono dei. Si tratta di esseri malevoli di ogni tipo, compresi quelli che non hanno circolo o con un circolo limitato da essere sotto i ranghi degli dei.

Ogni religione e cultura ha le sue entità soprannaturali che sono considerate malvagie o malevole. Le forze della natura come gli uragani sono considerate da alcune culture come malvagie mentre altre culture credono che gli dei o le dee della fertilità siano le entità che a volte sono malvagie. Altri sistemi credono che questi malevoli siano spiriti maligni che rendono la vita miserabile.

Ecco alcuni degli elenchi di demoni ed entità distruttive che si ritiene portino distruzione o danni agli individui e alcuni dei modi in cui sono stati contrastati.

Antiche difese semitiche contro i demoni

Gli assiri, i babilonesi ei primi ebrei dovettero trovare un modo per affrontare i molti demoni che tormentavano il loro popolo. Il modo principale in cui erano soliti proteggersi includeva avere su di sé amuleti come l’iscrizione di vari simboli, anelli o numeri di tavolette o dischi.

Gli ebrei non furono lasciati indietro e anche loro escogitarono modi per affrontare la minaccia. Appendono cactus o aloe all’arco delle loro porte per respingere gli spiriti maligni. Alcuni di loro si sono rivolti a Dio per le preghiere.

Abaddon

È un demone ben noto nella tradizione giudaico-cristiana come entità personificata di distruzione e luogo di distruzione. La parola significa «distruggere» in ebraico ed è usata sei volte nell’Antico Testamento. Nel Nuovo Testamento, l’Apocalisse parla di Abaddon come di un pozzo senza fondo che comanda alle locuste di venire e divorare le persone sulla terra. Potrebbe esserci ancora una connessione tra l’Apollo dei Wiccan e l’Abaddon. Apollo è noto per essere un dio della legge, della profezia e della purificazione che nei suoi precedenti resoconti poteva infliggere la peste agli uomini e in seguito curarli.

Demonologia babilonese e assira

Tutte le culture credono sia nel bene che nel male, una convinzione che risale a molti anni fa. I due tipi di spiriti maligni sono gli spiriti non umani e gli spiriti umani defunti. Gli umani che a volte morivano venivano e tormentavano i vivi. Alcuni degli spiriti erano ostili mentre altri erano amichevoli, a seconda di come morivano e seppellivano. L’ossessione era su amici o sconosciuti. C’erano casi in cui gli spiriti dei morti potevano venire a perseguitare un amico o una famiglia. Non c’era rima su come hanno reagito.

Ci sono spiriti non umani che si ritiene non siano mai stati umani e potrebbero essere ostili o amichevoli e nella maggior parte dei casi assumevano la forma di serpenti, rettili, antilopi, lucertole, antropoidi, coccodrilli e sciacalli.

Gli assiri e i babilonesi diedero a questi spiriti nomi come Alu per significare demone; utukku significa spirito; Lilu significa un fantasma. Avevano questa convinzione che c’erano così tanti spiriti che sciamavano dappertutto nello spazio.

Speriamo che questo articolo ti sia piaciuto. Sostienici mettendo mi piace su Facebook. Grazie in anticipo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *